Chatbot

18/05/07

CHATBOT

 

I ChatBot o Alicebot (dove Bot è per alcuni una contrazione di Robot mentre per altri l’acronimo di Batch Oriented Task) sono dei programmi in grado di interagire con gli utenti, solitamente rappresentati da degli avatar (personaggi virtuali, per esempio robot, animali, etc), rispondendo alle loro domande attraverso risposte preprogrammate. Il primo e più famoso di questi Bot è quello creato dalla A.L.I.C.E. Artificial Intelligence Foundation, società del dott. Richard Wallace, A.L.I.C.E. (Artificial Linguistic Internet Computer Entity), creata utilizzando il linguaggio AIML (Artificial Intelligence Markup Language, ideato sulla base del linguaggio XML dallo stesso dott. Wallace) ha vinto più volte il prestigioso Loebner Prize, affermandosi quindi come il più evoluto artificially-intelligent software agent esistente. A.L.I.C.E. non è solamente in grado di rispondere ad un numero incredibile di domande e ‘stimoli’ verbali in base a risposte predefinite, ma fa molto di più, in base all’andamento della conversazione le sue risposte alle medesime domande possono variare, questo perchè possiede una sorta di personalità artificiale; inoltre è in grado di imparare interagendo con gli interlocutori. Quest’ultima caratteristica è indubbiamente la più sorprendente, eliminando quella che era considerata la più grande differenza tra computer e umani, la capacità di apprendimento, di evoluzione.

I chatbot svolgono già oggi svariate funzioni, per esempio negli helpdesk su internet; la Microsoft ad esempio ha creato Doretta, si tratta di un chatbot che viene aggiunto nei contatti di Messenger per eseguire ricerche per conto dell’utente; il tentativo del colosso di B. Gates era quello di fare concorrenza a Google, dominatore assoluto del settore delle ricerche online, ma pare che Doretta sia un tipo un po’ particolare, più adatta forse a fare marketing che efficenti ricerche nel web, tant’è che ha scatenato la reazione dei meno amanti del gigante di Seattle, i quali hanno creato Doriana, l’alter ego di Doretta…e chi più ne ha più ne metta.

Insomma le intelligenze artificiali di cui fino a non molti anni fa si sentiva parlare esclusivamente nei film di fantascienza, oggi fanno già gossip, se pensiamo che è addirittura possibile interagire con queste AI attraverso comandi vocali e non solo scritti (anche se ancora questa tecnologia non è molto raffinata) e che oltre a rispondere possono eseguire dei nostri comandi (e.g. spegni computer, apri file ‘xxx’), non è difficile rendersi conto che i possibili scenari disegnati da alcuni film sono quasi alle porte; forse tra qualche anno entrando in un mondo virtuale del genere di Second Life sarà difficile distinguere le AI dalle persone vere.

 

http://www.alicebot.org/

http://www.aiml4all.it/

http://www.xmlpertutti.com/

http://www.loebner.net/Prizef/loebner-prize.html

doretta82@live.it

http://www.doretta82.it/

chattami@doriana82.it

http://www.doriana82.it/

 

Ivan Lombardi Borgia

gruppo ZeroName

 

Chatbotultima modifica: 2007-06-15T14:25:00+02:00da lingxiao82
Reposta per primo quest’articolo